Home

  News

  I Musei

  Dove Mangiare, dove Dormire

  Gli Itinerari

  Attività Sportive

  Dove Siamo

  La Storia

  Contatti

  Numeri Utili

  Link

  Bascio

  Cà Romano

  Maciano

  Miratoio

  Ponte Messa

  Scavolino

  Soanne

   Iscriviti alla nostra newsletter per essere informato sulle notizie

News di Pennabilli

<< Tutte le notizie su Pennabilli

Novità, informazioni sulla viabilità, curiosità.

L'Infanzia del Mondo, percorso dedicato a Tonino Guerra

In occasione della sesta edizione della manifestazione “Gli antichi frutti d’Italia s’incontrano a Pennabilli” l’Amministrazione Comunale di Pennabilli (Delibera di Giunta n.103 del 28.09.13) ha inaugurato un sentiero naturalistico dedicato al Maestro Tonino Guerra intitolato “L’infanzia del mondo”, realizzato con il contributo della Comunità Montana Alta Valmarecchia e della Regione Emilia Romagna con il P.S.R. 2007-2013 Misura 227 “Sostegno agli investimenti forestali non produttivi” - Annualità 2011.

Il percorso, lungo circa km 9,5, parte dal centro del paese e precisamente dall’ Associazione Culturale Tonino Guerra passando per la roccia di Tonino, dove è l’ultima dimora del poeta, il Santuario dei pensieri, l’Angelo coi baffi, il Museo Naturalistico del Parco Sasso Simone e Simoncello, per poi avviarsi nei dintorni passando per il Canaiolo, Villa Maindi, Ca’ Fanchi, Molino Donati, Il Torrigino, per terminare all’”Orto dei frutti dimenticati”, tutti luoghi ideati dal Maestro o comunque a lui cari.

Il sentiero non è molto impegnativo dal punto di vista escursionistico, infatti il dislivello è di circa m 150, anche se la durata è di circa tre ore.

Quando Tonino Guerra parlava del Canaiolo, area di fondamentale importanza in questo cammino, lo descriveva come il luogo in cui si tocca con le mani l’infanzia del Mondo. L’acqua è trasparente e fresca anche quando l’aria attorno brucia e vibra dal caldo. “Se la Romagna, secondo il Pascoli guarda ‘l’azzurra  vision di San Marino’, qui , da Pennabilli io guardo i Sassi di Simone e Simoncello, dove resiste ancora il fiato dei dinosauri. Mi sono avvicinato a loro una volta o due. So che fanno parte del Parco del Montefeltro, questo ampio lenzuolo di calanchi e cime di paesaggi che incantano gli occhi. Fanno parte di questo mondo due fessure con brandelli d’acqua saltellante che ormai si sono stampati nella mia memoria. Sono il Canaiolo e il torrente Storena. Si tratta di fessure create da antichi torrenti dove sono precipitati grandi massi durante l’infanzia del mondo. Per me, toccare quelle pietre mi crea dei giochi di memoria così da portarmi a riprendere un aspetto di una vita primitiva che penso di non aver vissuto. Questo carico di anni sulle spalle può essere la scoperta più misteriosa che possano ricevere i visitatori di questo Parco cosi ricco di luoghi magici”. (Tonino Guerra 2009)

Il Sindaco Lorenzo Valenti e il capogruppo Antonio Piccinini spiegano: “Oltre alla sistemazione dei sentieri, con i fondi regionali, sono state realizzate due piccole aree di sosta alla Gaudia e a Villa Maindi con panche, tavoli e fontana, a disposizione degli escursionisti. Si ringraziano il Dott. Elias Ceccarelli, l’Associazione Culturale Tonino Guerra, l’Associazione Culturale di Volontariato ‘D’là de’ foss’ e ‘Ma’ la Penna a caval, che hanno collaborato alla realizzazione del sentiero.”

L’Assessore al Turismo Cristina Ferri sottolinea: ”Quest’ultima realizzazione amplia una già consistente offerta naturalistica, abbinando i temi poetici di Tonino Guerra alla fruizione di un territorio incontaminato come quello del Parco Sasso Simone e Simoncello. Per la sua bellezza e facilità potrà essere anche una esperienza interessante per le scuole di ogni ordine e grado”.

 

 L'Infanzia del Mondo, percorso dedicato a Tonino Guerra